Navigation Menu

Per navigare all´interno del sito potete
utilizzare i menu´in alto, i filtri in fondo alla pagina o il “Toggle list view” sul lato destro.
—————————————————————
To navigate through  the website you can use
the menu above, filters at the bottom of the page or
the “Toggle list view” on the right side.

More Information»
Polonia e Repubbliche Baltiche

Polonia e Repubbliche Baltiche

29 Giugno - 19 Luglio 2019

Luglio 292019

Polonia e Repubbliche Baltiche

Polonia e Repubbliche Baltiche: un viaggio in solitaria di 7450 Km alla scoperta del´Nordest Europa

Premessa

Sono ormai passati parecchi anni dal mio ultimo vero viaggio in moto (per motivi personali che non sto qui a spiegare), ma la voglia di tornare in sella e vedere posti nuovi era tanta

Inizio questo report con indicazioni di carattere generale:

Preparativi e attrezzatura

La moto e´stata tagliandata prima della partenza ed equipaggiata con freni e gomme nuove
Oltre agli indumenti personali (scelti con parsimonia) mi sono munito di:

• Completo antipioggia OJ “Compact fluo R021”  (che mi ha pero´deluso: le motivazioni le trovate nel report)
• Pantalone+ Giubbotto da moto (piu´giubbotto traforato estivo)
• Nastro adesivo
• Nastro da pacchi
• Cinghie elastiche
• Fil di ferro
• Fascette di plastica
• WD40
• qualche attrezzo per piccoli interventi
• Spray impermeabilizzante
• Tanichetta da 2 I in plastica pieghevole per benzina
• Tanichetta da 0,5l per olio motore
• Navigatore satellitare BMW Navigator VI
• Powerbank
• Attrezzatura fotografica (QUI)

Costi

I prezzi indicati nel report sono stati lasciati nelle rispettive valute e, se non diversamente indicato, i prezzi dei pernotti sono comprensivi di luce, acqua, asciugamani, biancheria da letto e cucina allestita.
Salvo alcune situazioni/luoghi particolarmente turistici, i prezzi in generale sono molto piu´bassi che i nostri.

Vitto e Alloggio

Per la prenotazione dei pernotti ho utilizzato la piattaforma Booking.com (ho prenotato Hotel, B&B o appartamenti), mentre per vitto mi sono rivolto a ristoranti oppure ho cucinato io quando la struttura dove pernottavo aveva la cucina.
Per l´organizzazione del viaggio ho utilizzato l´app Trip Rider (disponibile purtroppo solo per iOS) : App utilissima che funziona offline e consente la pianificazione giornaliera delle tappe, delle cose da vedere, consente il salvataggio delle prenotazioni come immagini o PDF (cosi da evitare di doverle stampare), di tenere traccia dei costi sostenuti  e di allestire un piccolo diario dove annotare gli eventi salienti della giornata (oltre ad altre funzionalita´).
NB: ho voluto/dovuto prenotare i pernotti in anticipo perche´, soprattutto sul versante baltico, il mese di Luglio e´gia´ stagione turistica (soprattutto per i locali, tedeschi e finlandesi) e quindi trovare sistemazioni a prezzi accettabili sarebbe stata impresa non facile.

Clima

La prima settimana e´ stata particolarmente calda (come del resto in tutta Europa) con temperature attorno ai 30 32 C che non rendevano il viaggiare in moto particolarmente confortevole, mentre nelle restanti due settimane le temperature si sono assestate attorno ai 20 22 C con un totale di 4 o 5 giorni di pioggia piu´o meno intensa  (quindi mi posso ritenere piu´ che fortunato).

Strade e velox

Per quanto riguarda i limiti di velocita´ sono simili ai nostri e i controlli sono affidati alle postazioni fisse ampiamente segnalate.

Un discorso a parte invece va fatto per quanto riguarda il manto stradale: in Polonia e Repubbliche Baltiche finche´ si rimane sulle strade  principali nessun problema, mentre , soprattutto in Polonia, se si percorrono strade secondarie o panoramiche la situazione diventa disastrosa; le strade son costellate da buche piu´o meno grandi, solchi lungo le carreggiate e sabbietta a lato strada (situazioni decisamente non adatte alla guida in moto).
Inoltre in Polonia e´ in atto un piano di rifacimento del manto stradale che riguarda attualmente le strade secondarie: cio´significa sulla maggior parte delle strade si incontrano cantieri ogni 300 metri (cio´significa strade in terra battuta per alcuni km che diventano di fango puro in caso di pioggia).

Altra piaga che affligge la Polonia e´ il traffico: la quasi assenza di autostrade fa si che tutto il traffico viaggi sulle strade principali che altro non sono che normali strade a 2 corsie (uno per senso di marcia) con una quantita´di camion veramente elevata che rende la percorrenza molto lenta; quindi come avrete capito viaggiare su due o quattro ruote in Polonia non e´ una cosa piacevole.

Trasporti e itinerari

Oltre ai percorsi motociclistici, il viaggio è stato caratterizzato dall’utilizzo di due traghetti (i biglietti si acquistano direttamente in loco senza prenotazione):

Il primo in Estonia per raggiungere l´isola di Muhu (tratta Virtsu – Kuivastu) operato da Praamid
Il secondo in Lituania per raggiungere Nida (tratta Klaipeda – Smiltyne) operato da Keltas

Itinerari: sono stati pianificati scegliendo le località e i luoghi di maggior mio interesse (principalmente di carattere paesaggistico) e dividendo poi il percorso in tratti giornalieri di kilometraggio variabile in base alle esigenze per avere il tempo di fermarsi ad ammirare e fare fotografie (oltre a rispettare i limiti).

2019-07-29

Polonia e Repubbliche baltiche

  • Distance Instructions