Tecnica

What I do

Translate:

Luna Supermoon ed Eclissi

Luna Supermoon ed eclissi : tutto quello che dovete sapere per pianificare i vostri scatti al nostro pianeta satellite.

In questa sezione trattero´tutti gli aspetti che dovete considerare per realizzare una foto alla Luna partendo dalla giusta location fino ad arrivare allo scatto finale.

INDICE

  • Location e scouting
  • Aspetti da considerare prima della pianificazione
  • Pianificazione
  • Attrezzatura
  • Impostazioni e suggerimenti
  • Eclissi di Luna

Location e scouting

Lo scouting e´la prima fase per fotografare  la Luna Supermoon ed eclissi.

Le due situazioni di maggior interesse per fotografare la Luna sono sicuramente la Luna piena (o in alcune occasioni la Supermoon) e durante le fasi dell´eclissi.

Una superluna (Supermoon) è la coincidenza di una Luna piena con la minore distanza tra Terra e Luna. L’effetto è un aumento delle dimensioni apparenti della Luna visto dalla Terra. Il termine “superluna” non è un termine strettamente astronomico, in quanto la definizione scientifica per il momento del massimo avvicinamento della Luna alla Terra è perigeo lunare.

Salvo che non vogliate fotografare esclusivamente la Luna (e in questo caso sara´sufficiente una posizione che vi garantisca piena visione del nostro satellite), dovrete cercare una location che vi fornisca una bella composizione/integrazione tra la Luna ed un soggetto che faccia da foreground nella fotografia (puo´essere una torre, un albero, un castello, una rovina, ecc).

La prima fase di scouting puo´iniziare con Google maps/Earth in modo da identificare un potenziale luogo idoneo; a questa va fatta seguire una seconda fase di scouting sul luogo per verificare l´accessibilita´del luogo, la distanza da percorrere (con tutta l´attrezzatura in spalla) dal parcheggio al luogo prescelto, ed individuare il luogo che vi dia la perfetta visuale sul soggetto prescelto.

Trovata la location potete ora procedere con la pianificazione.

Aspetti da considerare prima della pianificazione

Prima di buttarvi a capofitto a pianificare lo scatto, dovete avere chiari alcuni concetti base, che vi aiuteranno a trovare la giusta posizione per realizzare la foto desiderata.

  1. Il punto di ripresa determina la grandezza relativa della Luna rispetto alle dimensioni del soggetto ripreso.

    La dimensione relativa della Luna dipende dal Diametro angolare della Luna (non fatevi spaventare dal nome e non dovete neanche fare calcoli matematici per calcolarlo; nella videoguida che segue ho spiegato come l´App Photopills faccia tutto per voi e come usarla per trovare la giusta distanza).
    A titolo informativo vi basti sapere che se volete che la Luna abbia una dimensione relativa X (espressa in metri) , dovete moltiplicare tale dimensione per 100; troverete quindi la distanza in metri che dovete avere dal soggetto affinche´ la Luna abbia quella dimensione relativa.

    Distanza = X * 100

    Da qui la necessita´di avere informazioni precise sulle dimensioni dell´oggetto che intendete includere nella foto insieme alla Luna; potete in questo modo decidere che dimensioni far assumere alla Luna e quindi a quale distanza posizionarvi per ottenere tale dimensione.

  2. La lunghezza focale dell´obbiettivo determina la dimensione della Luna all´interno della foto.

    moon-size-per-focal
    Fonte: Photopills
    Quindi a seconda dell´obbiettivo che possedete otterrete dimensioni della luna differenti, oppure a seconda della dimensione della Luna che vorrete ottenere, dovrete munirvi di un obbiettivo con una precisa lunghezza focale.

    Nella videoguida che segue, spiego come utilizzare il tool del campo visivo di Photopills per visualizzare come la lunghezza focale dell´obbiettivo impatti sulla foto finale.

    Per chiarimenti sulle diverse dimensioni dei sensori, consultate la sezione Dimensioni del sensore & qualita´della foto.
  3. Situazione di luce durante lo scatto

    In pratica durante quali ore della giornata vi troverete a scattare la fotografia (giorno, golden hour, blue hour, tramonto e notte); infatti questo andra´ad influenzare due aspetti della sessione fotografica:

    *Composizione: in funzione dell´ora in cui andrete a scattare, la luna potra´ assumere colorazioni e intensita´di luce differenti (dipendenti dalla posizione del sole).

    *Esposizione: condizioni di luce differente , comporteranno parametri di scatto differenti.

Pianificazione

Ora che avete le idee chiare su alcuni concetti fondamentali, potete procedere a pianificare il tutto.

La fase di pianificazione vera e propria viene realizzata con Photopills, e di seguito trovate la videoguida che ho realizzato, dove spiego tutti i passaggi da seguire.

Sicuramente la prima volta potra´sembrare molto complesso; riguardatela un paio di volte e cercate di ripete sul vostro device i vari passaggi .

Attrezzatura

Partendo dal presupposto che potete utilizzare  qualsiasi fotocamera a partire da quella dello smartphone a salire, rimane comunque chiaro che i risultati che potrete ottenere saranno notevolmente differenti (dovuti appunto alle limitazioni tecnico/qualitative che alcuni tipi di fotocamera presentano).

Di seguito riportero´quindi l´attrezzatura ottimale (voi potete quindi adattarle alle vostre esigenze/possibilita´).

Fotocamera: APSC di buona/ottima qualita´ o FullFrame.


Obbiettivo:  la lunghezza focale utilizzata andra´ ad influire sul risultato finale (vedi quanto detto in precedenza nell´articolo); quindi scegliete quello che vi permette di realizzare lo scatto desiderato. La qualita´costruttiva dell´ottica andra´ ovviamente ad influenzare la qualita´dell´immagine ottenuta.


Treppiede:  l´utilizzo di un treppiede e´fondamentale per evitare il  micromosso durante lo scatto e ancor piu´se dovete realizzare scatti a esposizioni differente (per luna e foreground) dove l´inquadratura deve rimanere identica. Piu´il treppiede sara´ robusto e resistente (e quindi pesante) , maggiore sara´ la sua capacita´ di resistere a sollecitazioni provenienti dall´ esterno (es: vento). Dovete inoltre considerare l´accoppiata treppiede/testa che sia proporzionata a supportare il peso della vostra attrezzatura. Esistono versioni in alluminio (piu´pesanti ed economiche) e versioni in carbonio (piu´leggeri e piu´ costosi) .

Intervallometro: Sebbene sia importante evitare di toccare la fotocamera per evitare il micromosso, per le foto alla luna
l´intervallometro non e´strettamente necessario; si puo´ utilizzare il timer di scatto della fotocamera per ritardare lo scatto dopo la pressione del pulsante di scatto (solitamente 2 o 10 sec).
Esistono versioni a filo da collegare direttamente alla fotocamera, app proprietarie  che consentono di controllare la fotocamera da smartphone, fino ad arrivare ai trigger come il MIOPS o il PLUTO che presentano funzioni avanzate (che sono ovviamente piu´costosi).

Lampada frontale /Torcia: Trattandosi di fotografia notturna, ci troveremo nella maggior parte dei casi al buio, quindi avere lampade e torce che ci permettono di sistemare / ritirare attrezzatura e trovare/percorrere la strada per tornare a casa e´sicuramente una necessita´.
Ne esistono ovviamente di diversi tipi: la cosa importante e´che abbiano tra le possibilita´di illuminazione la luce rossa:  questa non disturbera´ eventuali altre persone nelle vicinanze e soprattutto non fara´perdere al vostro occhio la visione notturna (il nostro occhio impiega circa 30 minuti ad abituarsi alle condizioni di scarsa illuminazione). 

Memory card: Munitevi di un numero e di capacita´ adeguata alle foto prodotte dalla vostra fotocamera (le moderne Fullframe sfornano foto da 40 Megapixel a salire che corrispondono a  file RAW da 80 Mb  o dimensione maggiore).
Tenete inoltre anche in considerazione la velocita´di  trasferimento dati che queste hanno: non solo per copiare il contenuto della memory card sull ´HDD terminata la sessione di scatto, ma soprattutto per la velocita´di scrittura  del file durante la fase di scatto; se la velocita´e´troppo  lenta e avete la necessita´di scattare foto in rapida sequenza  (es: foto HDR) la vostra memory card potrebbe non essere in grado di scrivere una notevole mole di dati in tempi cosi brevi andando a bloccare la fotocamera e voi perdereste  l´attimo. 

Impostazioni e suggerimenti

Veniamo ora ad alcuni aspetti pratici per fotografare la Luna Supermoon ed eclissi.

Arrivare in anticipo: arrivate sempre con largo anticipo sul luogo prescelto; vi permettera´di aggiudicarvi la posizione di scatto che avete precedentemente pianificato [soprattutto se si tratta di luoghi ad elevato interesse fotografico (per evitare di districarvi tra una selva di cavalletti)], piazzare la vostra attrezzatura e settare tutti i parametri correttamente senza essere di fretta (visto che come mostrato nella videoguida avrete solo una finestra di pochi minuti per realizzare lo scatto pianificato).

Sulla fotocamera: Impostate il tipo di file RAW, impostate la modalita´di scatto in Manuale (M), rimuovete il filtro UV (se lo avete), disabilitate i sistemi di stabilizzazione  dell´immagine  (nel menu´ della fotocamera e pulsanti fisici  eventualmente presenti sull´obbiettivo).

Messa a fuoco: Per assicurarsi che tutto risulti a fuoco coniglio di mettere a fuoco alla distanza iperfocale (o leggermente oltre)
[per ulteriori approfondimenti sulla messa a fuoco vedi Messa a fuoco e Back focus]
Se utilizzate lunghezze focali medie/lunghe consiglio di mettere a fuoco sul soggetto, cosi anche la luna rimarra´ a fuoco. Infine se non volete incorporare un foregorund nella foto, mettete a fuoco direttamente sulla luna.

Bilanciamento del bianco: andra´ad influenzare i colori che la luna assumera´.
Impostate la fotocamera per la modalita´Kelvin: se volete enfatizzare i colori freddi impostate dei valori compresi tra 3400 e 5000K, se volete invece enfatizzare i colori caldi dorati impostate un valore compreso tra i 6000 e i 7500K. 

Apertura: questa dipende dal tipo di obbiettivo che state utilizzando e dall´ora in cui state fotografando:
ad esempio se stiamo fotografando durante la golden hour e state utilizzando un teleobiettivo, poiche´sara´ancora presente luce naturale e volete che tutto risulti a fuoco, un´apertura di f/8-f/11 sara´la scelta ottimale.
Se invece siete al buio (e magari durante un ´eclissi , quindi la luce della luna viene meno), e´ meglio adottare un´apertura  maggiore (f2.8/f4) per catturare
piu´informazioni di luce possibile (attenti pero´alla variazione di profondita´di campo, e quindi aggiustate la messa a fuoco di conseguenza).

Shutter speed e ISO: la luna e´un corpo celeste molto luminoso (soprattutto durante la fase di luna piena o supermoon) che si muove rapidamente; quindi per ottenere un´immagine perfettamente nitida e in cui si riesca a vedere i dettagli della superficie lunare, conviene utilizzare un tempo di esposizione attorno ai 1/160 – 1/200 di sec.
Questo pero´, se siete in condizioni di buio, fara´si che il vostro foreground sia completamente nero  (otterrete l´effetto silhouette); se volete sia la luna che il foreground visibili, dovrete fare 2 scatti (uno per la luna e un per il foreground con tempi di esposizione differenti) e poi unirli in post-produzione.
Qui pero´entrano in gioco anche i valori di ISO; dovete scegliere un valore di ISO in funzione della  capacita´della vostra fotocamera di gestire il rumore  (vedi ISO e ISO Invariance); quindi dovrete riuscire a trovare un giusto equilibrio tra ISO e tempi di esposizione in modo da ottenere l´effetto desiderato.

Eclissi di Luna

Nel titolo Luna Supermoon ed eclissi si parla appunto anche di eclissi: per quanto riguarda la pianificazione guardate la videoguida presente in questo articolo a partire dal minuto 30:05, mentre per le impostazioni valgono i concetti espressi in precedenza.

Ecco qui infine 2 scatti realizzati in occasione della Supermoon del 09 Marzo 2020 dovete potete vedere il risultato finale delle due condizioni descritte nella guida

Supermoon silhouette

Superluna

Torna al menu´principale

4 Commenti

  1. Danilo

    Ottima spiegazione, il tutorial di PhotoPills é fatto davvero bene.
    Complimenti Danilo

    Rispondi
    • Emanuele

      Grazie Danilo. Sono contento che il materiale che pubblico venga apprezzato

      Rispondi
  2. Primo TORRESIN

    Buongiorno Danilo. Sono in foto amatore, con grande interesse per la fotografia, soprattutto da quando il pensionamento mi ha concesso molto tempo libero.
    Da qualche mese ho acquistato PhotoPills, ma ho incontrato molte difficoltà. Da qualche settimana (smanettando) ho scoperto i tuoi video tutorial e ora anche il tuo sito. Sei semplicemente “super” nei tuoi video tutorial. Ti ringrazio perché grazie a professionisti come te noi amatori possiamo pensare di crescere un po’. Qualche soldino siamo anche disposti a spenderlo, ma senza un istruttore capace, preparato e disponibile non se na fa niente o poco.
    Quindi ti ringrazio davvero tanto e ti auguro tante cose belle e produttive nel tuo lavoro. Buona Pasqua.

    Rispondi
    • Emanuele

      Ciao Primo,

      sono felice che i miei tutorial possano esserti di aiuto.
      Io non sono un professionista, ma semplicemente un amatore come te che ha affrontato i tuoi stessi problemi, ha cercato risorse online per capire come superarli e poi ha messo insieme le informazioni ottenute cercando di fornire informazioni piu´ complete possibili (e sicuramente ancora perfettibili).
      Grazie ancora per il messaggio.

      Auguro anche a te Buona Pasqua.

      Saluti

      Emanuele

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

{

Viaggi e Fotografia.

{
Treedom
Web Hosting

Iscriviti per rimanere informato sulle
Ultime Novita

Modern Travels Diaries

Let’s Connect

Copyright Greppi Emanuele 2021  |  Privacy Policy |

Pin It on Pinterest

Share This